Programma di valorizzazione dei siti longobardi a Salerno e Provincia.

A Salerno venerdì 7 marzo conferenza stampa di presentazione.

I Gruppi Archeologici d’Italia e il Gruppo Archeologico Salernitano presenteranno venerdì 7 marzo 2014, alle ore 10.30 in via Velia, 15 – nella Sala riunione dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno  il programma di valorizzazione dei siti longobardi a Salerno e Provincia.

Il programma nasce dall’esigenza di concretizzare il grande lavoro che i Gruppi Archeologici d’Italia hanno fortemente sostenuto nel corso degli ultimi anni, sostenendo le gestioni di importanti siti archeologici e monumenti da parte dei Gruppi associati -come il Gruppo Archeologico Salernitano, che gestisce dal 1998 in convenzione con le Soprintendenze per i B.A.P. e B.S.A.E. di Salerno – Avellino il Complesso Monumentale di San Pietro a Corte,  unico esempio di architettura civile di età longobarda presente in Europa nell’VIII sec.

S. PIETRO A CORTEIl progetto di valorizzazione dei percorsi culturali riguardanti i siti longobardi a Salerno e Provincia  dovrebbe confluire in un innovativo Itinerario Culturale Europeo, articolato lungo il percorso dello storico “viaggio” compiuto nei secoli altomedievali dal popolo dei Longobardi dai mari del Nord all’Italia. L’Itinerario – che ricade sotto l’egida del Consiglio d’Europa – è intitolato “Vie Longobarde d’Europa” (“Longobard Ways of Europe”).

Logo Gruppo Archeologico SalernitanoLa proposta operativa per la costruzione del complesso sistema di relazioni che legherà ai quattro Paesi iniziali (Italia, Slovenia, Ungheria e Germania) altri Paesi nord – e centro-europei (Svezia, Norvegia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria e Croazia) è frutto della elaborazione della Associazione Longobardia che sin dal 2005 ha progettato tale “corridoio geoculturale europeo”, facendone poi inserire la previsione costitutiva nel Piano di gestione del sito-seriale “I Longobardi in Italia.

 

I centri del potere (568-774 d.C.)” ammesso nel 2011 dall’UNESCO nella Lista del Patrimonio mondiale in virtù dei monumenti (unici, eccezionali, autentici e integri) sono custoditi in Cividale del Friuli, Brescia, Castelseprio- Gornate Olona, Spoleto, Campello sul Clitunno, Benevento e Monte Sant’Angelo. L’Itinerario Europeo di fatto costituisce la riunificazione dei luoghi di maggior rilevanza della storia longobarda tra i quali – in Italia – Monza, Pavia, Salerno, ma anche altre sedi dei Ducati e centri minori.

Per info: www.gruppoarcheologicosalernitano.org