P.A. Capo Verde

Il germano reale è l’immagine che rappresenta l’associazione di volontariato di protezione civile e ambientale P.A. Capo Verde di S. Marzano sul Sarno.
Un animale comune nel territorio dell’Agro-Nocerino che i volontari della Capo Verde hanno deciso di riprendere sul proprio gonfalone ma soprattutto per distinguersi.
Scambiamo qualche battuta con uno dei volontari dell’associazione Vincenzo Pascale, nella vita proprietario di un negozio di mangimi e prodotti agricoli e volontario per passione, dedica molto del proprio tempo alla sua organizzazione e tra una telefonata e l’altra ci racconta un po’ la sua associazione.

Qual è il vostro settore di riferimento?
Siamo impegnati in primis in attività relative al rischio idrogeologico nel nostro territorio. Il comune di S. Marzano sul Sarno è attraversato da diversi corsi d’acqua: il fiume Sarno, l’alveo comune nocerino e diversi affluenti di questi ultimi, il nostro comune e circondato dall’acqua.

In particolare cosa fate?
Ci occupiamo del monitoraggio di questi corsi d’acqua e interveniamo quando le cose si mettono male o ci sono situazioni di pericolo. Per esempio il ponte Berlinguer, nel nostro comune, a volte viene inondato e noi siamo lì e interveniamo togliendo ciò che l’acqua trasporta con sé come: rami di alberi, tronchi, piante e sembra strano ma tantissimi palloni per giocare a calcio.
Svolgiamo inoltre una serie di interventi quando ci sono allagamenti, spesso i volontari dell’associazione realizzano dei video degli interventi e poi li inseriscono su facebook.

Come reagisce la collettività quando vi vede in azione in questi casi?
A volte c’è difficoltà a comprendere il pericolo, molte persone vengono a curiosare senza rendersi conto della situazione, servirebbe una maggiore informazione e sensibilizzazione sul tema.

Altre attività?
Collaboriamo insieme al Comune per le attività di protezione civile e attività di ordine pubblico, ma organizziamo anche momenti di convivialità durante l’anno soprattutto durante le feste, il nostro vuole essere un reale supporto all’intera collettività.

Quanti siete in associazione?
I volontari attivi sono 40, sia uomini che donne, l’età media si aggira introno ai 20/22 anni, c’è una grande voglia di partecipare, nell’ultima settimana in associazione sono arrivati diversi adolescenti, che purtroppo non possono ancora far parte della nostra organizzazione.

Quando siete nati?
L’8 novembre 2003 e tra noi c’era anche il nostro amico Vincenzo Vastola che è stato uno dei promotori dell’associazione.

Che  tipo era Vincenzo?
Lo avevo soprannominato “Vincenzo a’ bugia”, era sempre a disposizione di tutti, e proprio per non scontentare nessuno a volte prendeva impegni che non riusciva a mantenere, ma anche le sue bugie erano importantissime, animava un’intera associazione e ci teneva tutti uniti, cosa che continuiamo a fare nel suo ricordo. È stato eletto all’unanimità presidente dell’associazione.

Le azioni che state mettendo in campo?
La passeggiata ecologica per questa primavera e poi insieme alla responsabile del 118 stiamo promuovendo un corso sull’utilizzo del casco in moto.

Dov’è la vostra sede?
La nostra sede si trova al Parco Urbano di San Marzano sul Sarno.

Ultima domanda, perché ha deciso di fare il volontariato Vincenzo?
Mi piace stare in mezzo alle persone e dare una mano agli altri.

L’articolo è disponbile anche sul periodico- “Il Pensiero Libero” www.ilpensierolibero.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *